Advertising Console

    Palermo, gli "arrangiatos" contro chiusura ospedale di Mistretta. Oltre 1200 persone in piazza dicono no ai tagli a sanità

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    70 visualizzazioni
    Si fanno chiamare "arrangiatos", versione siciliana del termine "indignados": sono gli oltre 1200 cittadini che sono arrivati a Palermo da otto comuni dei Nebrodi occidentali, in provincia di Messina, per protestare contro la decisione dell'assessore regionale alla Salute Massimo Russo di "ridimensionare" l'ospedale "Santissimo Salvatore" di Mistretta.Il movimento "Effe251", lettera e numero che identificano il codice fiscale di Mistretta ha portato di fronte a Palazzo dei Normanni due statue raffiguranti Kronos e Mytia, i "giganti" simbolo del paese messinese per ribadire con forza il no ai tagli alla sanità previsti dalla Regione per ripianare il buco di bilancio.