Palermo, roccaforte di Riina diventerà un parco della memoria. Parte la riqualificazione di Fondo Uditore

askanews

per askanews

901
253 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Una roccaforte di Cosa Nostra diventerà un parco della memoria per le vittime delle mafie. Fondo Uditore è un polmone verde di sette ettari a nord di viale Regione Siciliana a Palermo; proprio a pochi metri da qui il 15 gennaio 1993 venne catturato Totò Riina. Il parco è passato poi nelle mani della Regione che ora lo ha consegnato al Corpo Forestale, che avrà il compito di farlo rinascere. Un progetto partito grazie ad una precisa volontà dei palermitani come spiega Pietro Tolomeo, comandante corpo forestale regionale.All'interno del giardino pubblico aperto a tutti sorgeranno un "Museo della Memoria e della legalità" dedicato alle vittime della mafia, una ludoteca, una biblioteca, punti di ristoro, percorsi ciclabili, orti sociali per gli anziani e didattici per bambini.

0 commenti