Camorra, sequestrati beni per 25 milioni di euro a Bidognetti. Incrociati i dati di oltre 1.300 persone

askanews

per askanews

870
319 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Società, attività economiche, fabbricati di pregio, terreni sparsi in tutta la Campania, e molti veicoli. Un totale di 25 milioni di euro in beni ancora in possesso del clan casalese dei Bidognetti nonostante le numerose operazioni nei loro confronti. Una disposizione finanziaria enorme ora sequestrata dai finanzieri del G.I.C.O. Nucleo di polizia tributaria di Napoli e dello S.C.I.C.O. di Roma, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. L'operazione è stata possibile grazie ad un lavoro certosino su 1.300 persone tra indagati e familiari, i cui dati sono stati incrociati grazie ad un software chiamato "Molecola". E' un grosso colpo alle disponibilità finanziarie di un clan ancora forte nonostante il suo esponente più potente, Francesco Bidognetti, sia in carcere.La Dda, però, nel comunicare l'ottimo risultato ha voluto sottolineare come la lotta alla criminalità organizzata prosegua con impegno, nonostante "la carenza di risorse finanziarie e le continue difficoltà".

0 commenti