Mancano i soldi, la Reggia di Caserta chiusa nei giorni festivi. Protesta dei turisti indignati: ennesimo schiaffo alla cultura

askanews

per askanews

901
157 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
La reggia di Caserta è chiusa nei giorni festivi per mancanza di fondi. E' questo lo scenario che si prospetta per uno dei monumenti più importanti d'Italia, patrimonio mondiale dell'Unesco, dopo che il ministero dei beni culturali non ha autorizzato lo straordinario per i circa 150 dipendenti, così - com'è accaduto il primo novembre, festa di Ognissanti - i turisti che nei festivi vogliono trascorrere una giornata nei meravigliosi giardini del Palazzo Reale dei Borbone - rischiano di trovarsi dinanzi ai cancelli chiusi. Per il primo novembre il monumento avrebbe dovuto derogare alla chiusura settimanale per permettere ai turisti del ponte "dei santi", provenienti anche da altre regioni di poter entrare, ma la mancanza di soldi, nonostante gli sforzi della Soprintendenza, ha costretto a una inevitabile serrata. La protesta dei cittadini si è subito estesa sul web con una serie di commenti al vetriolo sul social network come Facebook e Twitter dei turisti arrabbiati per quest'ennesimo schiaffo alla cultura.

0 commenti