La Legge dell'Attrazione per realizzare ciò che si desidera

BitEditor

per BitEditor

69
373 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.cartamagia.com/la-legge-dell%E2%80%99attrazione-per-realizzare-cio-che-si-desidera-1276.html Realizzare ciò che desideriamo è il sogno di tutti. Di fronte a questo c'è chi resta passivo a guardare, c'è chi usa magia e incantesimi, c'è chi usa la religione. C'è anche un metodo forse il più antico e che trae le sue origini da ciò che ci circonda: l'universo. Siamo nel campo dell'esoterismo, dove scienza e filosofia si sposano e si completano a vicenda.L'uomo ha il potere d'influenzare la sua vita, un potere che ha dentro e che spesso non sa di avere. Perché non usa quello che già ha a sua disposizione: la legge dell'attrazione. La legge che permea l'universo ed è considerata la legge della creazione. Secondo i fisici quantistici l'universo ha avuto origine dal pensiero. Per cui, tutto ciò che abbiamo vissuto e che viviamo è il riflesso del nostro pensiero. Una legge che esiste al di là della propria consapevolezza, imparziale come la legge della natura. Da sempre l'idea che la mente dell'uomo sia un mezzo potentissimo e poco esplorato sta alla base della scienza e della filosofia. La legge dell'attrazione dice che i simili si attraggono e quando si formula un pensiero, se ne attraggono altri simili. Ciò significa che il pensiero, negativo o positivo che sia, formulato nella mente incide attimo per attimo nella nostra vita. La maggior parte delle persone non vive ciò che desidera perché pensa continuamente a ciò che non vuole. Se si pensa a non avere un incidente, al contrario di quanto possa sembrare, attraverso il pensiero, stiamo attraendo l'incidente. Perché stiamo pensando a ciò che non vogliamo. Per usare la legge dell'attrazione innanzittutto occorre pensare a ciò che si desidera e si ama. Chi ha realizzato ricchezza e felicità, ha pensato solo a ciò che voleva. Questo accade perché i pensieri sono come magneti e come frequenze. Quando formuliamo un pensiero ci connettiamo, come onde radio, alle cose simili. Come se trasmettessimo un messaggio all'Universo che ci rinvia la stessa cosa. Tutto torna a chi ha formulato il pensiero, alla sorgente di tutto. I nostri pensieri trasmettono frequenze e quello che viviamo rappresenta ciò cui la nostra mente è abituata a concentrarsi e si manifesta come parte della vita. Si può dire così che i pensieri diventano cose, si materializzano tanto quanto più ci concentriamo su di essi. Ciò che dai ti sarà restituito, questa è la legge dell'attrazione. Quello che diamo o solo quello che pensiamo e quello che attrarremo. Persino le emozioni e l'amore fanno parte di questa catena. Se diamo positività ci verrà restituita, se diamo negatività è quello che ci tornerà indietro. Il problema è che spesso la mente è abituata a concentrasi, su ciò che odia o non gli piace, invece di concentrarsi su ciò che desidera. Quindi, per attrarre l'anima gemella, per sconfiggere la povertà o qualsiasi altra cosa che desideriamo, si deve partire dal chiedersi su cosa sono orientati i pensieri e cercare di cambiare direzione. La legge dell'attrazione intesa in questo senso è molto simile a quel meccanismo metale che in psicologia è definito: la profezia che si autoadempie. Che prende il nome appunto dalle profezie, quindi convinzioni forti che una cosa accadrà. E quella cosa accade. La mente si mette in moto affinchè quella cosa accada davvero anche se spiacevole. Ad esempio se una persona nella sua vita ha sperimentato sempre violenza, la sua mente inconsciamente costruirà una realtà nella quale la violenza sarà presente. Infatti, in psicologia in questi casi è necessario cambiare il pensiero abituato a seguire percorsi sbagliati. Se vogliamo cambiare la nostra vita seguendo la legge dell'attrazione, è necessario concentrasi sulle cose che desideriamo e sulle cose positive, dando così forza e potenza ai pensieri che a loro volta diventeranno le cose che desideriamo. E usare così il potere che l'uomo possiede di decidere in che vita vivere. 

0 commenti