Advertising Console

    Google Plus: storia di un successo, ancora "per pochi"

    Riposta
    BitEditor

    per BitEditor

    80
    37 visualizzazioni
    http://www.donna10.it/google-plus-storia-di-un-successo-ancora-per-pochi-9703.html Google+, nuovo servizio di social networking offerto dal colosso dei motori di ricerca ha già una grandissima popolarità. Uno dei particolari più allettanti è la procedura ad accesso riservato, cosa che rende la piattaforma particolarmente attraente per certi internauti "stilosi". Ma evidentemente questo particolare non poteva che attirare anche alcuni scammer maliziosi che hanno preso di mira proprio Google+ inventando una truffa basata sul tradizionale sistema di phishing che diffonde un falso invito al servizio. Se non si fa sufficiente attenzione si rischia di trovarsi però su una pagina specializzata in prodotti per l'aumento delle dimensioni dell'organo sessuale maschile. Ovviamente, almeno in questo caso, non si parla di un virus, quindi il PC resta al sicuro. Si tratta più di uno scherzo quindi che di un attacco informatico. Sempre riguardo a Google+, negli tempi hanno preso a circolare voci su una possibile "apertura" del nuovo social network che diventerebbe quindi pubblico. Notizia accolta con un certo spiacere dagli utenti "in" che han fatto di tutto per accaparrarsi un posto nei "circles" più esclusivi della rete. Discorso che però, come logico, prima o poi si sarebbe "esaurito". Del resto se l'obiettivo è essere alternativo a Facebook non può essere che così, dopo un lungo periodo di prova. Del resto già ora se si usa il browser di Google, Chrome, si ha l'impressione che l'accesso a Google+ sia libero, apprendendo solo in un secondo tempo che ci sono precise indicazioni sull'accesso limitato. Il discorso è differente se si usano altri browser come Firefox, dove è subito chiaro che il social network "è in fase di prova con accesso limitato".