Tim Cook Apple: un CEO omosessuale per la Mela Morsicata

BitEditor

per BitEditor

68
38 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.gay10.it/tim-cook-apple-un-ceo-omosessuale-per-la-mela-morsicata-336.html Forse nel mondo qualcosa si sta davvero smuovendo. Almeno per quanto riguarda l'accettazione degli omosessuali come persone che devono godere degli stessi diritti degli eterosessuali e che, come loro --o, in alcuni casi più di loro, come nella storia che stiamo per raccontare- mettono a disposizione del mondo del lavoro le loro professionalità e il loro talento. E' il caso di Tim Cook che magari ai più non dirà nulla, ma i più attenti sapranno bene di chi si parla. Tim Cook è un simbolo. Il simbolo di come si riesca a far carriera in un campo difficile e complicato, pur avendo dichiarato da tempo la propria omosessualità. In molti ambienti lavorativi, anche in quelli più 'artistici' dove i gay, almeno in apparenza, vengono accettati di più, l'omosessualità viene comunque giudicata a più livelli. Il gay lavoratore deve sempre fare i conti con battute e battutine e, in casi più gravi, vedersi rivolgere atteggiamenti ostili e ostruzionistici. Ma questo non è il caso di Tim Cook che, dopo le dimissioni per gravi problemi di salute di Steve Jobs, è diventato a tutti gli effetti il nuovo amministratore delegato ninte poco di meno che della Apple. Ma se Cook ce l'ha fatta, non è certo perché qualcuno ha deciso, ad un certo punto, di fargli un 'favore'. Pare infatti che il talentuoso manager sia tra quelli più ricercati dalle grandi aziende e multinazionali, tanto che la Apple ha deciso di non lasciarselo scappare. Insomma, una storia che sicuramente infonde autostima in tutti quegli omosessuali che temono di non farcela sul lavoro, solo perché hanno dichiarato le proprie preferenze sessuali. Chi ha talento, chi vale, chi è professionale e sa fare il suo lavoro, prima o poi ce la farà. 

0 commenti