Libia, gli 8 mesi di rivolte che hanno sconfitto il regime-Scheda. Video storia della ribellione contro Muhammar Gheddafi

73 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Bengasi, 16 febbraio 2011: è il giorno della prima protesta dei cittadini libici contro Muhamar Gheddafi dopo 42 anni di regime. A scatenare le rivolte l'arresto dell'attivista Fethi Tarbel. Dopo Algeria, Tunisia e Egitto anche la Libia ha la sua giornata della collera. Il regime reagisce, gli insorti assaltano i depositi di armi, la rivolta si propaga rapidamente ad altre città libiche e la situazione precipita immediatamente.Gheddafi schiera esercito e sostenitori dando il via ad una violenta repressione, a pochi giorni dall'inizio delle rivolte si parla già di centinaia di morti.La battaglia infiamma a Ras Lanuf, città petrolifera, a Misurata assediata e bombardata dall'esercito del rais, e nella zona di Tobruk. Gheddafi resiste nel suo bunker di Tripoli da dove compare più volte con messaggi alla popolazione per rassicurare e minacciare.Siamo ai primi di marzo e mentre la Libia brucia migliaia di profughi si accalcano al confine con la Tunisia per sfuggire alla guerra. Intanto le truppe di Gheddafi avanzano verso Bengasi, diventata roccaforte dei ribelli antiregime. Gli insorti si organizzano nel "Consiglio nazionale di transizione" e chiedono l'intervento della comunità internazionale. La Francia dà il via riconoscendo il governo dei ribelli. Il 17 marzo l'Onu approva una no fly zone sui cieli libici e due giorni dopo la coalizione lancia il suo primo raid aereo arrestando l'avanzata dell'esercito di Gheddafi.La battaglia infiamma. A maggio gli insorti conquistano l'aeroporto di Misurata, a giugno il tribunale penale internazionale spicca un mandato di arresto contro Gheddafi e i raid aerei su Tripoli si fanno sempre più intensi. Ma il rais non si arrende, siamo al 15 agosto quando ancora incita i suoi sostenitori ad opporsi.Il 21 agosto, senza incontrare grande resistenza, i ribelli entrano a Tripoli. Dopo 6 mesi di battaglia la fine sembra vicina, ma non è così.Gheddafi scompare, si nasconde. Gli scontri si concentrano nella città di Sirte, assediata per settimane, con i ribelli che avanzano lentamente e migliaia di civili in fuga. Le forze fedeli a Gheddafi resistono: l'epilogo di 42 anni di regime arriverà solo il 20 ottobre.

0 commenti