Cézanne nell'atelier della natura: una grande mostra a Milano. A Palazzo Reale "Les Atélier du Midi"

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

901
132 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
E' stato il padre putativo dell'arte moderna, e uno dei più straordinari interpreti, nonché reinventori, della lezione classica. Paul Cézanne rappresenta una pietra miliare nella storia della pittura e oggi Milano lo celebra con una grande mostra a Palazzo Reale: "Cézanne. Les Atélier du Midi". Presente all'inaugurazione anche il bisnipote dell'artista, Philippe Cézanne. "E' davvero una grande emozione - ci ha detto l'erede - vedere questi quaranta dipinti che raccontano la storia di Cézanne in Provenza. Da una sala all'altra ci sono quadri molto potenti che rappresentano luoghi diversi". Il percorso artistico di Paul Cézanne si snoda tra gli inizi chiaramente ispirati alla pittura italiana del manierismo e del Seicento e visioni di straordinaria potenza e matericità, ben testimoniate da indimenticabili nature morte. Il curatore Rudy Chiappini.La natura emerge meravigliosa in opere nelle quali si sente la forza della tradizione, unita a una gestione della pennellata che anticipò il futuro della pittura e che i contemporanei faticarono a comprendere. Dietro il grande artista, però c'era anche l'uomo, che il nipote Philippe ricorda, seppur in forma mediata, con un aneddoto affettuoso. "Sono cresciuto a casa dei miei nonni - racconta Philippe - e alle pareti c'erano molti Cézanne e anche un ritratto intitolato L'Homme à la palette. Tutte le mattine uscendo per andare a scuola incontravo il suo sguardo severo. Così ci siamo conosciuti guardandoci in faccia, e quello è stato il mio primo incontro con il bisnonno".La mostra di Cézanne, il cui catalogo è pubblicato da Skira, resterà aperta al pubblico dal 20 ottobre 2011 al 26 febbraio 2012.

0 commenti