Advertising Console

    San Gregorio Armeno: ombra della camorra sui pastori. "Calunnie!". Presunte infiltrazioni, gli artigiani temono danni alla fiera

    askanews

    per askanews

    1,3K
    118 visualizzazioni
    Le mani della camorra sulla fiera dei presepi di San Gregorio Armeno. Sono voci, indiscrezioni di stampa, che parlano di indagini in partenza ma sufficienti a gettare un'ombra che ha fatto infuriare gli artigiani di una delle vie di Napoli più famose al mondo. Si parla, ad esempio, di presunti camorristi infiltrati fra le bancarelle che da novembre fino a Natale animano la strada. Gabriele Casillo, dell'associazione "Corpo di Napoli" che riunisce gli artigiani di presepi e pastori, non ci sta.Per gli artigiani l'ennesimo colpo dopo il crollo di una parte di un edificio pericolante che ha provocato la chiusura della strada. Si teme che le voci, proprio a ridosso della fiera, si trasformino in un boomerang . "Sarà solo un danno per noi - conclude Casillo - Qui c'è gente che si sostiene con i guadagni della fiera e se andrà tutto in malora finirà sul lastrico. Altro che camorristi, siamo tutte persone perbene".