Advertising Console

    Camion nella voragine a Casalnuovo, morto il secondo operaio. L'incidente avvenne il 9 agosto scorso nel centro della città

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    316 visualizzazioni
    Non ce l'ha fatta Augusto Pellegrino. Il netturbino 57enne che, nella notte tra il 9 e il 10 agosto precipitò con un camion dei rifiuti in una voragine apertasi in una strada nel centro di Casalnuovo, alle porte di Napoli, è morto dopo quasi due mesi di terapia intensiva. Nell'incidente morì sul colpo Raffaele di Monda, 42 anni, che era alla guida dell'autompattatore, appartenente a una ditta privata. Un terzo netturbino se la cavò con una prognosi di pochi giorni. Pellegrino invece, riportò ferite più gravi, anche alla testa, e fu ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale San Giovanni Bosco di Napoli dove è morto nel tardo pomeriggio del 6 ottobre 2011. La voragine, larga una quindicina di metri e profonda almeno 25 si aprì in vico Strettole nel piccolo comune campano proprio mentre il camion stava transitando rendendo vana ogni manovra dell'autista. Sulla vicenda indagano i Carabinieri di Castello di Cisterna che ora hanno acquisito agli atti anche la cartella clinica di Pellegrino.