Advertising Console

    Madrid, docenti indignados in piazza contro tagli a scuola. Per le strade anche studenti: "Scuola pubblica per tutti"

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    15 visualizzazioni
    A Madrid insegnanti e studenti indignados in piazza contro i tagli all'istruzione pubblica decisi dal governo. "Questa situazione, che sta venendo a galla ora, va avanti da anni: silenziosamente e con discrezione, a poco a poco ci hanno sottratto i nostri diritti, e non solo quelli degli insegnanti ma anche quelli degli alunni. Le parole di Manuel, professore di educazione civica, raccontano le ragioni che hanno spinto gli indignados della scuola a scendere in piazza a Madrid contro i tagli del governo. Dopo una prima manifestazione il 20 settembre, docenti, studenti e familiari sono scesi infatti per le strade della capitale spagnola al grido di "Scuola pubblica di tutti, per tutti". "Si tratta di un problema che ha portato gli insegnanti a scendere in piazza, normalmente non lo facciamo, ma ora sentiamo che la scuola pubblica è in pericolo. E a Madrid si comincia a preferire l'istruzione privata", lamenta Carmen, insegnante di lingue e letterature straniere. "Investire nell'istruzione è investire nel futuro", "Basta con gli insulti, le aggressioni, i tagli e le bugie all'istruzione pubblica".Con questi slogan sono state circa 90mila le persone, secondo gli organizzatori, a scendere in piazza.