Pedofilia, l'ex vescovo irlandese: la Chiesa ripensi il celibato. Edward Daly: preoccupato per il futuro del cattolicesimo

askanews

per askanews

850
63 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Dopo gli scandali della pedofilia, la Chiesa cattolica dovrebbe ripensare il celibato. Ne è convinto l'ex vescovo irlandese Edward Daly, una delle figure più autorevoli del cattolicesimo nel suo Paese. "Credo che i pedofili - spiega il prelato - abbiamo portato vergogna a se stessi, alla loro vocazione e alla loro chiesa, e soprattutto si tratta di un tradimento di quel Cristo che avevano promesso di servire". Daly è preoccupato per il futuro stesso della Chiesa cattolica e crede che offrire ai preti la possibilità di sposarsi, come già avviene tra i protestanti, possa essere un modo per portare nuova energia all'istituzione romana e universale."Una delle cose più strazianti che ho dovuto fare come vescovo - racconta Daly - è stata accettare le dimissioni di preti che non riuscivano più a sopportare le limitazioni del celibato. Abbiamo perso alcuni uomini eccezionali che erano anche miei amici". Daly, che è stato uno dei testimoni del massacro della Bloody Sunday del 1972, quando vestito di bianco aiutò a soccorrere i feriti, ha lanciato la propria proposta sul celibato in un libro appena pubblicato in Irlanda.

0 commenti