Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

Like
Guarda più tardi
Condividi
Aggiungi a

CN24 | 180secondi del 23 GIUGNO 2010

7 anni fa67 views

CalabriaNews24

CN24

http://www.cn24.tv Maxi blitz: 42 arresti. "Scoperchiata" la cupola della 'ndrangheta reggina Mega sequestro di beni da 100 milioni ai clan Condello e De Stefano-Libri I carabinieri hanno arrestato 42 affiliati alle più importanti cosche della 'ndrangheta di Reggio Calabria e dei comuni limitrofi anche in Lombardia, Friuli ed Emilia Romagna. Le indagini hanno documentato gli accordi tra i Condello e i De Stefano-Libri, un tempo contrapposti ed oggi alleati per influenzare le aste pubbliche, per associazione mafiosa ed estorsioni. È stata anche accertata la costituzione di un organismo decisionale al vertice del quale c'erano Pasquale Condello, detto ''il supremo'', arrestato nel 2008 dopo 18 anni di latitanza, e Giuseppe De Stefano. Sequestrati beni per oltre 100 milioni di euro. Smaltimento illecito di rifiuti. Indagate 41 persone, sequestrata un'azienda Sigilli a proprietà per 4 milioni di euro. Si ipotizza anche il reato di truffa Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato in un'operazione contro lo smaltimento illecito di rifiuti ferrosi hanno sequestrato un'azienda e 41 camion, per un valore di circa 4 milioni. Nell'inchiesta, coordinata dalla Procura di Locri, sono indagate 41 persone, molte delle quali titolari di imprese tra i quali diverse di etnia rom. Gli investigatori stanno anche valutando un'ipotesi di truffa. Il presunto smaltimento e traffico illecito di rifiuti ferrosi partiva da Marina di Gioiosa Ionica e vedeva coinvolte numerose ditte dell'alto Ionio reggino. Aggressione al sindaco di Sant'Agata d'Esaro. Bisignani va al contrattacco Il primo cittadino non si piega alle minacce: vado avanti, continuo il mandato Non si arrende Antonio Bisignani, dopo l'aggressione subìta lunedì notte, e vuole andare avanti per portare a termine il mandato che la volontà popolare gli ha affidato. Ricoverato in osservazione in una clinica di Belvedere Marittimo, il sindaco di Sant'Agata d'Esaro, nel cosentino, racconta degli attimi di paura vissuti. (intervista). Da quando è in carica Bisignani è già stato vittima di atti intimidatori. Furti negli appartamenti. Sei arresti a Lamezia, indagate altre due persone inferto un duro colpo ai saccheggi degli ultimi tempi. Soddisfatto il questore Deficit della sanità e piano di rientro. Scopelliti 'striglia' gli advisor Kpmg La società ritarda a consegnare i dati. Il governatore: vogliamo risposte! Il governatore Peppe Scopelliti punta l'indice contro la società di advisor Kpmg che due anni fa era stata chiamata per calcolare l'importo del debito della sanità calabrese. Partendo dai ritardi della società e dalla mancanza di un dato reale, il governatore da l'ultimatum alla società manifestando la sua intenzione di voler chiudere i rapporti direttamente al premier Berlusconi. "La Calabria -- ha detto Scopelliti nella riunione dell'ufficio del Piano -- non può aspettare oltre per avere risposte certe". Concorso in Regione. Dopo tre anni finisce l'attesa per 94 giovani Ieri la firma dei contratti. L'augurio del governatore: credo in voi Regione. Insediata la IV commissione ambiente: primo step il Piano casa Entro l'estate prevista l'approvazione dopo lo stop imposto dal Governo Si è insediata ieri mattina la quarta commissione ambiente della regione, presieduta da Alfonso Dattolo, dell'Udc. Il primo impegno che i componenti della commissione hanno affrontato, è quello del Piano casa, che, secondo le previsioni, potrà essere approvato per l'estate. Il provvedimento era stato approvato dalla giunta Loiero, ma era poi stato impugnato dal governo. Adesso, la commissione ha approntato un nuovo testo legislativo, composto di soli 10 articoli in cui sono previsti aumenti di volumetrie delle abitazioni in misura del 20%. Crotone ricorda il piccolo "Dodò". Il papà: assassini incastrati dalle intercettazioni Il grido di Giovanni Gabriele. Venerdì un quadrangolare di calcetto e una fiaccolata Un quadrangolare di calcetto nel pomeriggio e una fiaccolata silenziosa che parte davanti al tribunale alle 20,30: questo il modo scelto a Crotone per ricordare il 25 giugno il piccolo Dodò Gabriele, ferito mentre assisteva ad una partita e morto dopo tre mesi di coma. Nell'occasione della presentazione dell'iniziativa, il padre di Domenico, Giovanni Gabriele, ha voluto ricordare che "senza le intercettazioni telefoniche, io e mia moglie non avremmo potuto sapere il nome degli assassini di mio figlio". La Cgil crotonese si mobilita contro la manovra finanziaria Per venerdì prossimo un'assemblea pubblica in Comune 

Segnala questo video

Seleziona un problema

Inserisci il video

CN24 | 180secondi del 23 GIUGNO 2010
Riproduzione automatica
<iframe frameborder="0" width="480" height="270" src="//www.dailymotion.com/embed/video/xl3jt2" allowfullscreen allow="autoplay"></iframe>
Aggiungi il video al tuo sito con il codice di incorporamento qui sopra