CN24 | Blitz antidroga nel crotonese. Nove indagati per associazione a delinquere

Prova il nostro nuovo lettore
CN24

per CN24

35
1 919 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.cn24.tv Blitz antidroga nel crotonese. Nove indagati per associazione a delinquere Isola Capo Rizzuto, due organizzazioni alleate nel traffico degli stupefacenti Blitz antidroga dei carabinieri di Crotone a Isola Capo Rizzuto. L'operazione, denominata 'White night', vede indagate nove persone, quasi tutti di Isola di Capo Rizzuto, accusate a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Il provvedimento è stato emesso dal G.i.p. del Tribunale di Catanzaro (Assunta Maiore) su richiesta della Dda (Sostituti Procuratori Salvatore Dolce e Salvatore Curcio) - che ha concordato con gli esiti delle attività investigative condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Crotone dal luglio 2006. Gli inquirenti hanno scoperto l'esistenza di due organizzazioni alleate impegnate nella smercio di cocaina, nelle ore notturne, da qui il nome delloperazione "Notti bianche", nei pressi di esercizi pubblici sia nella zona del crotonese che in quella limitrofa del catanzarese (Cirò Marina, Isola di Capo Rizzuto, Botricello, Cropani, Sellia Marina e Catanzaro Lido, con base logistica in Isola Capo Rizzuto, frazione di Le Castella), all'interno delle quali emergeva nettamente il ruolo rivestito dai rispettivi "leader", Nicola Loprete e Luigi Petrocca, coadiuvati da altri soggetti con varie mansioni quali autista-corriere, procacciatore di clienti, ma comunque quasi tutti accomunati dall'attività di "pusher". L'approvvigionamento della droga avveniva nel crotonese, da soggetti notoriamente denominati zingari di via Acquabona, e a Monasterace, nel reggino, da Cosimo Sorgiovanni e veniva venduta anche a minori. Durante le perquisizioni, che ha visto impiegati 80 Carabinieri dell'arma territoriale, della Motovedetta classe 800 di Crotone, dello Squadrone Eliportato "Cacciatori" di Calabria ed unità cinofile del G.O.C. di Vibo Valentia, sono state rinvenute armi e munizioni e sequestrati circa 100 gr di sostanza stupefacente. Attraverso il controllo e la ricostruzione di gran parte della frenetica attività, messa in atto dai due gruppi criminali, si è riuscito a stimare un traffico giornaliero con punte anche di 70 dosi di cocaina smerciate, pari ad un equivalente mensile di circa 1 kg di sostanza stupefacente. Della prima associazione, capeggiata da Nicola Loprete, fanno parte: Nicola Loprete, 36 anni, di Isola di Capo Rizzuto, Custodia Cautelare in Carcere; Salvatore Loprete, 30 anni, di Isola di Capo Rizzuto, Custodia Cautelare in Carcere; K.K., 27 anni, di origine marocchina residente a Isola di Capo Rizzuto, Custodia Cautelare in Carcere (risultato irreperibile); Giancarlo Matteo, 38 anni, di Isola di Capo Rizzuto, Arresti Domiciliari; Antonio Rizzo, 44 anni, di Isola di Capo Rizzuto, Custodia Cautelare in Carcere; Mentre del secondo capeggiato da Luigi Petrocca, fanno parte: Luigi Petrocca, 37 anni, di Isola di Capo Rizzuto, Custodia Cautelare in Carcere; Francesco Macrillò, 52 anni, di Isola di Capo Rizzuto, Arresti Domiciliari; Tommaso Tolone, 44 anni, di Isola di Capo Rizzuto Arresti Domiciliari; Cosimo Sorgiovanni, 32 anni, di Monasterace (RC), Arresti Domiciliari. 

0 commenti