CN24 | 180secondi del 27 APRILE 2010

CN24

per CN24

34
54 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.cn24.tv Finisce dopo diciassette anni la latitanza di Giovanni Tegano Il boss della 'ndrangheta si nascondeva in una casa nel reggino È finita dopo 17 anni la latitanza di Giovanni Tegano 70enne boss della 'ndrangheta uno dei 30 più pericolosi nella lista del ministero dell'Interno. Ricercato dal 1993 è stato arrestato dalla polizia a Reggio Calabria nel corso di un'operazione eseguita dalla squadra mobile in una casa in località Perretti dove si trovava con altre persone. Tra le accuse a suo carico, associazione per delinquere di tipo mafioso e traffico di armi. Per il ministro Maroni questo è il colpo più duro che si potesse infliggere oggi alla 'ndrangheta essendo il numero uno dei ricercati calabresi. Monopolizzavano gli appalti pubblici, colpo alle cosche Talia-Vadalà Maxi sequestro della Dia per 8 milioni. Sigilli ad aziende ed immobili La Direzione investigativa antimafia di Reggio Calabria ha sottoposto a sequestro beni per un valore di circa 8 milioni di euro. In particolare un'impresa operante nel settore della produzione di calcestruzzo, 11 unità immobiliari (fabbricati e terreni), 2 autoveicoli e rapporti bancari, beni tutti riconducibili a Terenzio Antonio D'Aguì, coinvolto nella gestione monopolistica degli appalti pubblici. Il sequestro è frutto di una complessa attività d'indagine nell'ambito dell'operazione denominata "Bellu Lavuru", nei confronti delle cosche "Talia-Vadalà". "Beccato" il figlio d'"U tiradrittu". Morabito: finalmente mi avete preso Conclusa la latitanza del 49enne sfuggito giovedì all'operazione Reale Si è conclusa anche la latitanza, durata qualche giorno, del 49enne Rocco Morabito, figlio di Giuseppe (detto "il tiradritto"), ritenuto il reggente dell'omonima cosca operante ad Africo. Accusato di associazione di tipo mafioso, estorsione ed intestazione fittizia di beni era sfuggito all'arresto nell'ambito dell'operazione "Reale" del 22 aprile scorso. I carabinieri di Reggio Calabria e del Ros lo hanno catturato ieri sera a Melito Porto Salvo. Disarmato, Morabito, non ha opposto resistenza ed ha esclamato "finalmente mi avete preso!". Sfruttamento degli immigrati, il "caporale" si confessa ad "Annozero" Rosarno. Dopo l'intervista a Santoro scattano le manette per Paglianiti Quella di Domenico Paglianiti, coinvolto nelloperazione Migrantes che ieri ha portato allarresto di 31 persone per sfruttamento degli immigrati, è stata praticamente una confessione in diretta Tv. La procura di Reggio Calabria, infatti, ha utilizzato per inchiodarlo, le immagini della trasmissione Annozero in cui lo stesso Paglianiti descriveva nei dettagli al giornalista della troupe di Santoro, la sua attività di caporale che recluta gli immigrati nella Piana di Gioa Tauro. Vibo e la tangenziale incompiuta. La Gdf indaga dieci persone per frode Sott'inchiesta imprenditori e appartenenti all'amministrazione Provinciale Dieci persone indagate - tra appartenenti allamministrazione provinciale ed imprenditori per una frode pubblica accertata di 7,5 milioni di euro. È il bilancio di un'inchiesta della Guardia di Finanza di Vibo Valentia, coordinata dalla locale Procura della Repubblica, in materia di appalti pubblici. Gli inquirenti hanno posto l'attenzione sull'importante opera incompiuta della cosiddetta "Tangenziale Est di Vibo Valentia" i cui lavori di progettazione risalgono ai primi anni '80. I reati contestati vanno dal disastro colposo alla frode in forniture, nonché omesso collocamento di segnali e ripari e falso ideologico. Giunta Regionale, seduta lampo: confermata la revoca di Petramala De Rose commissario dell'Asp cosentina. Tagli all'ufficio stampa È stata una seduta lampo quella della seconda giunta regionale, svoltasi a Palazzo Alemanni senza il governatore Peppe Scopelliti (impegnato a Milano) e presieduta dalla sua vice, Antonella Stasi. Tra le decisioni prese, quelle della sostituzione del Dg dellAsp di Cosenza, Petramala, con il commissario Franco De Rose. Ridotta la pianta organica dellufficio stampa, che passa da 10 a sette unità. Approvata, infine, la certificazione delle funzioni dei lavoratori territoriali di educazione ambientale a Vibo e Crotone. Fondi Poin 2007/2013, Caridi incontra aziende sanitarie ed ospedaliere Illustrato il bando per accedere ai contributi sul risparmio energetico Crotone: "100 strade per giocare". Il Comune sta con Legambiente L'ente aderisce all'iniziativa che si svolgerà sul lungomare cittadino 

0 commenti