Advertising Console

    CN24 | Arrestato il mandante dell'omicidio di Francesco Pace

    Riposta
    CN24

    per CN24

    49
    197 visualizzazioni
    Mercoledì 03 Marzo 2010 | In questa edizione di Report24: Arrestato il mandante dell'omicidio di Francesco Pace Ancora irreperibile l'albanese che ha premuto il grilletto Stamattina i Carabinieri di Reggio Calabria, in collaborazione con il Nucleo radiomobile di Milano, hanno tratto in arresto Pietro Angelo Aloisio, pensionato di 77 anni, ex dirigente di un'industria chimica, accusato di essere il mandante dellomicidio di Francesco Pace avvenuto il 24 ottobre 2005. Ancora latitante è invece l'albanese Bledi Mingu, 34enne, esecutore materiale dell'omicidio. L'anziano è stato rintracciato nella sua abitazione di Milano mentre il secondo è colpito da mandato di cattura internazionale. I precedenti penali di Pace, tratto in arresto nel 2001 nellambito delloperazione denominata Cattedrale hanno subito fatto propendere dapprima per un regolamento di conti maturato nellambiente della criminalità legata al mondo della droga. Successivamente è stato accertato il movente passionale, luomo, infatti, fece uccidere il pregiudicato con il quale si contendeva una donna. Questo è quanto è emerso dalle indagini condotte dai Carabinieri. Durante un periodo di detenzione di Pace, Maria Maddalena Pagliano, 50enne, ex modella di origini Bresciane, prima sua convivente è andata a convivere con Aloisio. Uscito dal carcere Pace è tornato a vivere con lei. Pare che Aloisio fosse indagato dalla Polizia di Firenze per l'omicidio della moglie, avvenuto nel febbraio 2004 e assolto nel 2007 insieme ad altri imputati facenti parte del clan degli Alvaro. I particolari dell'operazione sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa presso la Questura reggina.