Festivaletteratura, Bjorn Larsson: la Svezia non è solo crimine. Lo scrittore svedese presenta la sua "specie di giallo"

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

906
71 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Il giallo svedese è un sottogenere romanzesco che, sulle orme di Stieg Larsson e dei suoi molti epigoni, sta conoscendo un successo mondiale. Ma qualcuno protesta: è il caso dello scrittore e docente di letteratura Bjorn Larsson, solo omonimo di Stieg, che da Mantova, in ottimo italiano, spiega ai lettori italiani che la Svezia non è solo come viene descritta nei cupi romanzi criminali. Bjorn Larsson, autore molto amato in Italia dai tempi de "La vera storia del pirata Long John Silver" presenta al Festivaletteratura il suo nuovo romanzo, "I poeti morti non scrivono gialli", edito come sempre da Iperbòrea. Il sottotitolo è, ironicamente, molto esplicito: "Una specie di giallo". Al centro della trama un poeta, misteriosamente trovato morto alla viglia di firmare il contratto per un clamoroso romanzo giallo. Ma dietro questo inizio tradizionale si nasconde poi una trama raffinata e ironica, che prova a dare uno scossone all'appiattimento del gusto letterario.

0 commenti