Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

Like
Guarda più tardi
Condividi
Aggiungi a

Artigianato rom in crisi: aiuti Ue per adeguarsi a leggi mercato. Fondi "ad hoc" per insegnare attività più richieste

7 anni fa46 views

Per anni l'artigianato è stato il fiore all'occhiello dell'economia dei rom rumeni. La loro abilità a lavorare il legno, forgiare il ferro a intrecciare cesti di vimini, li ha resi tra gli artigiani più apprezzati al mondo. La loro attività però ultimamente è in crisi perché i loro prodotti non sono del tutto in linea con le richieste della clientela. Per questo l'Unione europea ha varato uno speciale programma d'assistenza, con fondi ad hoc, per valorizzare le loro peculiarità, adattandole, però, alle leggi del mercato e renderle più redditizie."Per lo più - spiega Mircea, tra i responsabili del progetto - ci occupiamo di lavori che i rom non fanno ma che sono più richiesti dai clienti: la panetteria, per esempio, o il giardinaggio. È questo che contraddistingue il nostro impegno per assicurare la sopravvivenza del loro artigianato".Il progetto prevede workshop itineranti che permetteranno al pubblico di scoprire gli artigiani rom al lavoro. Tra loro ci sono il maestro cestaio Vasile Anusca e i suoi figli: un'intera famiglia che da anni si tramanda il mestiere di padre in figlio."Se mi dite che sono un buon artigiano - spiega - non ne sono particolarmente fiero. Quello che mi rende davvero orgoglioso è il fatto di poter realizzare con i miei figli qualcosa che poi ci permette di guadagnare dei soldi".Il legno non ha alcuno segreto per loro, che si tratti di intrecciare ramoscelli per farne ceste o intagliare cucchiai. Gli Anusca vanno fiero del loro lavoro che, nonostante la crisi, gli dà molte soddisfazioni. Tuttavia questa famiglia rappresenta un'eccezione: oggi, infatti, in Romania solo un terzo dei rom in età lavorativa ha un impiego stabile.

Segnala questo video

Seleziona un problema

Inserisci il video

Artigianato rom in crisi: aiuti Ue per adeguarsi a leggi mercato. Fondi "ad hoc" per insegnare attività più richieste
Riproduzione automatica
<iframe frameborder="0" width="480" height="270" src="//www.dailymotion.com/embed/video/xkvwud" allowfullscreen allow="autoplay"></iframe>
Aggiungi il video al tuo sito con il codice di incorporamento qui sopra