Peppe Barra deluso dalla sua città: non reciterò mai più a Napoli. Tuona contro istituzioni: nessun aiuto per La cantata dei pastori

askanews

per askanews

846
139 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
C'è amarezza e delusione nelle parole di Peppe Barra, che intervenendo alla manifestazione "Giffoni teatro" nel Salernitano, ha dichiarato di non voler più recitare a Napoli, la sua città. Il motivo della decisione dell'artista partenopeo è il mancato supporto economico, da parte delle istituzioni, al suo progetto di rimettere in scena "La cantata dei pastori", ispirata all opera del '600 di Andrea Perrucci: Barra ha incassato un secco "No" da parte dell'amministrazione comunale per la mancanza di fondi. "In 45 anni di attività non devo ringraziare nessun politico ma solo me e mia madre. Nessun politico, infatti, mi ha mai aiutato. Io, a Napoli, è come se non esistessi", ha aggiunto l'attore che poi ha tenuto a precisare: "sono rammaricato nei confronti della Regione e non del sindaco De Magistris. Lui non ha colpe se non ci sono i soldi, qualche assessore però dovrebbe imparare ad avere rispetto di un artista che ha portato il nome di Napoli in giro per il mondo".

0 commenti