Oltre Monreale gli altri monumenti di Palermo lasciati al degrado. Poca manutenzione e abbandono di siti storici come La Zisa

askanews

per askanews

871
179 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Il crollo di un pezzo del tetto, nel complesso abbaziale arabo-normanno, a Monreale è solo l'ultimo capitolo di una storia di abbandono e degrado del patrimonio artistico siciliano.La parte danneggiata di Monreale era stata restaurata nel 1996 e, dopo l'inaugurazione, era stata chiusa perché senza sistema antincendio e da allora la manutenzione non è più stata fatta.Considerato una delle più stupefacenti testimonianze in stile normanno, il complesso di Guglielmo II, è uno delle mete più amate dei turisti in visita a Palermo, anche se la visita spesso si trasforma in percorso ad ostacoli, tra ristrutturazioni e parti precluse al pubblico.Per stranieri e italiani in visita nel capoluogo siciliano le brutte sorprese però non finiscono qui. Sono infatti molti i monumenti che versano in pessimo stato. Primo tra tutti il Castello Zisa chiuso ormai da quasi in anno senza nessun tipo di intervento di manutenzione. Non stanno certo meglio Villa Philippina che crepe, erbacce e intonaco scrostato rendono un rudere e il Teatro Politeama dove sono caduti pezzi di cornicione e la facciata è in pessime condizioni.

0 commenti