Napoli, San Gennaro contro la manovra: "La festa non si sposta". Nota del cardinale Sepe: resterà il 19 settembre

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

928
152 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
San Gennaro dice no Tremonti. Non è il titolo di un fantathriller tra religione e politica bensì il senso di una nota dell'arcidiocesi di Napoli che contesta lo spostamento delle feste patronali alla domenica successiva al giorno della cadenza effettiva della ricorrenza religiosa. "Sappiamo - scrive il cardinal Crescenzio Sepe - che alla festa liturgica di San Gennaro si accompagna sempre e da secoli l'evento prodigioso e straordinario della liquefazione del suo sangue. Se dunque si tratta di un evento particolare non determinato da mano e da volontà dell'uomo, è evidente che non può essere spostato ad altra data, più o meno vicina a quella che è legata alla storia del santo e di Napoli". La curia definisce rispettabile la manovra finanziaria, ma, si fa notare, la volontà del patrono non rientra tra ciò che la legge italiana può normare. Pertanto da Napoli sono molto chiari: la festa di San Gennaro continuerà a celebrarsi il 19 settembre, quale che sia il giorno della settimana. Con buona pace del ministro Tremonti.

0 commenti