Advertising Console

    Hebron, storia di un "mousahar" nel mirino dei soldati israeliani. Durante Ramadan sveglia con il tamburo i musulmani per mangiare

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    113 visualizzazioni
    In Medio Oriente durante il mese di Ramadan, ogni notte un uomo vaga per le strade. E' il Mousahar, che a colpi di tamburo sveglia i fedeli musulmani per i pasti prima che sorga il sole e inizi il digiuno.Per le strade di Hebron sono le 2 e mezza del mattino. Issa Ammer, giovane palestinese di 24 anni, inizia la sua giornata svegliando i residenti. Da sette anni infatti Issa fa il Mousahar.A Hebron quest'anno però lavorare è più difficile del solito. I coloni e i soldati israeliani sono ormai numerosi e per i Mousahar è un problema. Quando Issa incontra i suoi amici lui colpisce il suo tamburo ancora più forte: controllati a vista dai soldati, i quattro amici si mettono a parlare, incuranti di attirarsi le ire di chi vorrebbe dormire.I coloni ci hanno appena gettato dell'acqua sporca addosso per non svegliare i residenti - racconta Issa - questa è una zona controllata dalle forze isreaeliane.Quando però un soldato chiede loro di fermarsi obbediscono. L'importante per loro è concludere il giro. Questa notte ci è andata bene: ci hanno buttato solo l'acqua, di solito ci lanciano le pietre e i soldati israeliani ci impediscono di lavorare. Onestamente oggi sono felice, rivivo.Un'ora dopo la missione di Issa e dei suoi amici è conclusa. Solo un ultimo sorso d'acqua prima che inizi il digiuno. E a meno che qualcuno non glie lo impedisca, Issa ripeterà lo stesso giro tutte le notti fino alla fine di agosto.