Advertising Console

    Napoli, agguato di camorra in agenzia di scommesse: due morti. Vittime legate ai clan, secondo episodio simile in poche ore

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    837 visualizzazioni
    Due morti, uccisi a colpi di arma da fuoco, in un'agenzia di scommesse sportive: è il bilancio di un agguato di probabile stampo camorristico avvenuto a Napoli, in via Miano 119, nell'omonimo quartiere tra Secondigliano e Scampia. I sicari sono entrati nella sede dell'agenzia e hanno sparato: vittime Salvatore Scognamiglio e Salvatore Paolillo, 46 e 34 anni, entrambi con precedenti e legati a clan locali. È il secondo episodio simile in poche ore nel Napoletano, dopo il raid a Casavatore, alle porte della città, dove è rimasto ucciso a colpi di arma da fuoco Emilio Forino, vicino al clan degli Scissionisti. Scognamiglio, una delle vittime dell'agguato, era ritenuto dagli investigatori vicino al clan Lo Russo: arrestato più volte, era accusato di vari reati, dall'associazione camorristica alla rapina. La seconda vittima ha a suo carico piccoli precedenti per ricettazione, truffa, uso di documenti falsi. La polizia sta esaminando le immagini degli impianti di videosorveglianza per cercare dettagli sull'identità dei sicari.