Advertising Console

    Napoli - I funerali dei tre ragazzi morti a Posillipo

    Riposta
    Pupia

    per Pupia

    752
    2 444 visualizzazioni
    http://www.pupia.tv - Napoli - I funerali dei tre ragazzi morti a Posillipo. Posillipo piange i suoi tre ragazzi, Oliviero Russo, Giammaria De Gregorio e Gianluca Del Torto, che hanno perso lavita nel terribile incidente, avvenuto tra sabato e domenica nei pressi di via Petrarca. Tutta la "Napoli bene" piange i tre 19enni che avevano un solo obiettivo: godersi e vivere la loro vita. Oggi i loro corpi erano avvolti nelle tre bare e hanno percorso tutto il quartiere per l'ultimo saluto da parte di amici, tantissimi, parenti e qualche conoscente. Tra la folla si è imbucato anche qualcuno che non conosceva per niente le tre vittime, ma ha voluto porgere lo stesso un ultimo saluto. Il cammino delle tre bare, accompagnate per tutto il tempo della cerimonia dalle canzoni di Vasco e dei musicisti preferiti dei tre ragazzi, sono state accolte, fuori dalla chiesa del "Sacro Cuore" da palloncini bianchi e uno striscione recate la scritta: "Olly, Giammi, Gianlu...per sempre con noi", scritta che risuona come un grido silenzioso ma colmo di dolore. Poi un lungo applauso da quella folla silenziosa e commossa che ha salutato così i suoi tre ragazzi, bramanti di vita. La tragica fine dei tre ragazzi figli di famiglie molto in vista, ha provocato un immenso dolore, che pochi sono in grado di raccontare. Qualche amico invece di recarsi alle esequie ha preferito andare lì, in quello stesso punto in cui le vite dei tre ragazzi si sono fermate: la balaustra spezzata da dove i tre giovani sono partiti per quel lungo viaggio senza ritorno. Uno di loro ha indosso una felpa gialla con cappuccio pronto sul capo a nascondere le lacrime che lente e senza preavviso scorrono sul suo viso: "Sono morti e non c'è un perché. Ognuno di noi poteva essere in quella macchina. Ognuno di noi. Siamo ragazzi, ci piace vivere...Gianluca e gli altri erano usciti da una festa e stavano andando a mangiare un panino. Cose da ragazzi, appunto. Ora scriverete che siamo figli di una gioventù bruciata, che avevano bevuto o ....(18.05.11)

    segue: http://www.pupia.tv/campania/cronaca/7313/posillipoa-ultimo-saluto-suoi-tre-ragazzi.html