Andrej Longo, romanzo in cinque dialetti: una lingua per il Sud

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
81 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Andrej Longo, lo scrittore di Ischia che fin da suo debutto con "Dieci" ha raccontato il Meridione d'Italia con una voce innovativa, ricorda così la già leggendaria gestazione della lingua che fa da vera e propria struttura portante al suo ultimo romanzo, "Lu campo di girasoli", che esce in questi giorni per i tipi di Adelphi. Un libro che racconta dell'amore contrastato tra Caterina e Lorenzo, ma che soprattutto si fregia di un linguaggio nuovo, ricevuto in sogno, e che unisce cinque o sei diversi dialetti del Sud. Il romanzo, che chiama il lettore a un impegno che viene ampiamente ricompensato dalla forza evocativa del suo idioma, tocca tematiche classiche della vita nel Meridione, ma Andrej Longo non teme di scivolare nel luogo comune. "Lu campo di girasoli" è un libro inconsueto, coinvolgente come una pizzica nella festa di Santu Vito Liberatore che parte lenta ma poi finisce per diventare un ballo irrefrenabile e molto difficile da dimenticare.

0 commenti