Lulz-Security, gli hacker che fanno tremare il mondo web

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
182 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Hanno un nome i pirati informatici che bersagliano governo e istituzioni degli Stati Uniti, ma anche big dell'informatica: Lulz-Security, meglio conosciuto come Lulz-sec, ha attaccato il sito del Senato americano, quello della Cia, ma anche Sony e Nintendo, dimostrando di poter mettere in crisi le difese di multinazionali e Stati. Per dimostrare la sua forza, ha pubblicato le prove dell'attacco al Senato, come spiega Anup Gosh, consulente di governo e aziende sul tema della cyber-security."Quello che vediamo sono le prove che Lulz-Sec è entrato nel server del Senato, e che in sostanza lo controlla" spiega, aggiungendo che se avessero voluto avrebbero potuto trasferire i contenuti del server su altri siti. Chi ci sia dietro il gruppo di hacker è un mistero: Kevin Mitnick, ex pirata informatico che ha scontato 5 anni di carcere, corrispondeva con loro."Piace l'idea di giocare a scardinare il sistema, e penso siano contenti dell'attenzione dei media, perchè hanno oltre 125mila fan su Twitter". Secondo gli esperti, in realtà, Lulz-Sec rende un servizio agli utenti, costringendo società e governi a rendersi conto della loro vulnerabilità agli attacchi.

0 commenti