Advertising Console

    Siria, manifestanti dedicano pagina Facebook a 13enne ucciso

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    65 visualizzazioni
    "Siamo tutti Hamza": è lo slogan dei manifestanti anti-regime in Siria, che hanno dedicato una pagina di Facebook a Hamza Alkhateb, un ragazzo di 13 anni che secondo "Syrian Revolution 2011", motore della protesta, sarebbe stato "torturato e ucciso" dalle forze di sicurezza a Daraa, nel sud del Paese. Il corpo di Hamza è stato riconsegnato il 25 maggio alla sua famiglia, dopo che di lui si erano perse le tracce al termine di una manifestazione a fine aprile. "Usciremo da ogni casa e da ogni quartiere per gridare la nostra collera. Non staremo zitti", si legge sulla pagina del social network, dove campeggia una foto del ragazzino con la menzione "martire". Sotto la foto si afferma che il ragazzo "è stato ucciso sotto tortura dalle gang di Assad", il presidente siriano.