Il boia di Sobibor Demjanjuk condannato a 5 anni di carcere

askanews

per askanews

886
82 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Sedia a rotelle, cappello calato sul volto, occhiali scuri e giaccone tipo militare, il 91enne John Demjanjuk sì è presentato così davanti ai giudici tedeschi che lo hanno condannato a cinque anni di carcere per avere partecipato allo sterminio di 27.900 ebrei in qualità di guardiano del campo di concentramento nazista di Sobibor in Polonia tra il marzo e il settembre del 1943. Al termine di 18 mesi di processo, il tribunale di Monaco di Baviera, ha sentenziato che l'uomo di origine ucraina era proprio il guardiano a Sobibor, e che dunque ha preso parte all'omicidio di circa 28mila persone. La difesa annuncia che farà ricorso contro la sentenza. Il suo resterà nella storia come uno degli ultimi processi per i crimini nazisti.

0 commenti