Venezia, sequestrati oltre duemila farmaci pericolosi

askanews

per askanews

867
80 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Oltre duemila dosi di farmaci senza prescrizione medica e autorizzazione all'importazione, potenzialmente pericolosi per la salute: è l'oggetto del sequestro della Guardia di finanza di Venezia, in collaborazione con l'Ufficio doganale dell'aeroporto "Marco Polo". Tra le medicine, provenienti soprattutto dalla Gran Bretagna, c'erano pillole dell'amore, fiale anticalvizie e sostanze dopanti: potevano causare ictus, infarti, disfunzioni epatiche e ipertensione, fino a diventare letali. A comprarli soprattutto giovani per uso personale, in un caso l'acquisto era stato eseguito in Slovacchia da un fisioterapista trentenne residente in provincia di Salerno, personal trainer. In casa e nello studio aveva 500 compresse e 8 fiale iniettabili di sostanze dopanti: è stato denunciato e rischia una condanna da due a sei anni di reclusione e la multa da 5.000 a 75.000 euro.

0 commenti