Advertising Console

    A Napoli la casa confiscata a un boss ospiterà minori a rischio

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    111 visualizzazioni
    A Napoli l'ex casa di un camorrista diventa un luogo di ritrovo per i giovani del quartiere. La struttura, a piazza Capri, nel Rione Villa a San Giovanni a Teduccio, è stata confiscata alla criminalità organizzata e ristrutturata: ora rinascerà col nome di "Casa della legalità" e sarà sede di un centro di assistenza e recupero scolastico per minori a rischio e di uno sportello di coordinamento di diverse associazioni che operano sul territorio, come Alma. La presidente Patrizia Liccardi.Il progetto è portato avanti grazie al contributo di molti volontari, come Elisabetta Visco. La ristrutturazione dell'abitazione confiscata è stata realizzata grazie al progetto "Legalità e convivenza, non violenza" promosso dall'Aics Napoli, Associazione Italiana Cultura e Sport e finanziato dal Csv, Centro per il servizio di Volontariato.