Finlandia, la battaglia di un pastore contro il sito pro Umarov

askanews

per askanews

898
86 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Ha perso l'incarico di pastore, l'indennità di licenziamento e anche la moglie a causa della sua battaglia contro il sito Internet Kavkaz Centre, portavoce del separatista ceceno Doku Umarov, con quartier generale a Helsinki. Yuha Molari da anni chiede che il sito sia chiuso perchè propaganda il terrorismo: per la polizia finlandese la sua richiesta non ha fondamento, come le minacce ricevute. Umarov, il terrorista che sta dietro gli attentati alla metro di Mosca e all'aeroporto Domodedovo, ha minacciato di tagliare la testa a lui e alla moglie. Nonostante le minacce, che l'hanno costretto a lasciare la moglie per proteggerla, Molari è stato accusato di incitare all'odio razziale. Lui non si perde d'animo."In passato ero occupato con il mio lavoro ora ho più tempo per concentrarmi sulla questione" dice. Il suo obiettivo è convincere i finlandesi della pericolosità del sito che ha sconvolto la sua vita.

0 commenti