'Ndrangheta, finisce a Siderno la latitanza di Antonio Galea

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
197 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
E' finita in un appartamento di Siderno, in provincia di Reggio Calabria, la latitanza di Antonio Galea, 49 anni: era ricercato nell'ambito dell'operazione "Crimine", che nel luglio 2010 aveva portato in carcere decine di presunti affiliati alla 'ndrangheta per decisione della procure distrettuali antimafia di Milano e Reggio Calabria. Galea è stato arrestato con un favoreggiatore, Domenico Panetta, dagli agenti della squadra mobile di Reggio Calabria e del commissariato di Siderno. Il vice questore Stefano Dodaro.L'operazione "Crimine" aveva disarticolato i vertici della 'ndrangheta reggina e le sue ramificazioni in Lombardia, dove le imprese criminali aspiravano a mettere le mani sull'Expo 2015.

0 commenti