Expo 2015, Gratteri: Castelli non ha capito niente di 'ndrangheta

askanews

per askanews

901
229 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Nicola Gratteri, procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, risponde al viceministro alle Infrastrutture Roberto Castelli, esponente della Lega nord, che nei giorni scorsi ha suggerito di escludere le imprese calabresi dalle gare di appalto bandite per l'Expo 2015 a Milano."Da Saviano a Gratteri a Vendola, ormai sembra un'abitudine sparare sul Nord - aveva dichiarato Castelli in un'intervista - si dà per assodata per i grandi lavori dell'Expo 2015 la minaccia di infiltrazioni mafiose. Per questo lancio una proposta: evitiamo per decreto che a partecipare siano aziende che possano essere collegate con la 'ndrangheta. In poche parole escludiamo le ditte calabresi".

0 commenti