Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

Clima e speculazione: il prezzo del caffè vola

7 anni fa84 views

Un caffè caro e amaro. In arrivo nei bar e nelle macchinette di tutto il mondo un rialzo del prezzo del caffè. L'aumento, dicono i produttori, è dovuto ai costi delle materie prime. Un balzo del prezzo dei chicchi d'oro non si registrava così da 34 anni alla Borsa di Londra: solo in dodici mesi la qualità "Robusta" è passata da 1.200 a 2.300 dollari alla tonnellata, in quella di New York invece la qualità "Arabica" è passata da 130 a 270 centesimi alla libra. Un'impennata che secondo il produttori è dovuta a molti fattori, primo tra tutti le alluvioni in Colombia uno dei maggiori produttori mondiali di caffè. "Il clima è un fattore importante nella produzione di caffè, se c'è molta pioggia è difficile coltivarlo e la produzione crolla", spiega il proprietario di una torrefazione. Ma altri analisti puntano il dito contro gli speculatori: il Brasile ad esempio avrebbe stipato circa 1.200 milioni di sacchi di qualità arabica da vendere a prezzi maggiorati. In pochi però sono pronti a rinunciare a una tazza di caffè."Mi piace il caffè, ne ho bisogno per fare qualsiasi cosa e non mi importa se è aumentato, continuo a prenderlo" dice una giovane newyorkese un po' sconsolata.