Germania - Love Parade di Duisburg - Panico di massa 2

Pupia

per Pupia

621
333 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.pupia.tv - Germania - Love Parade di Duisburg - Panico di massa 2 DUISBURG. 19 morti, tra cui una ragazza italiana, e 350 feriti. E' il bilancio della tragedia avvenuta a Duisburg, in Germania, nel corso dell'edizione 2010 della "Love Parade". Circa un milione e mezzo di persone si sono date appuntamento nella cittadina per una giornata tutta all'insegna del ballo e della musica ad alto volume. L'iniziativa, un maxi rave che ha debuttato nel 1989 a Berlino, è promossa dalla comunità omosessuale per richiamare l'attenzione sulle discriminazioni e la mancanza di parità nei diritti, ma è aperta a chiunque e sono decine di migliaia i giovani provenienti da tutta l'Europa che ogni anno si radunano per questo festival estivo. LA DINAMICA. Questa volta però la festa si è trasformata in tragedia. I morti sono la conseguenza di una calca improvvisa scatenata da momento di panico non si sa bene da cosa provocato. L'incidente, secondo quanto ha spiegato la polizia ai media locali, è avvenuto all'interno del tunnel della Karl Lehr strasse. Il resto dei partecipanti, ignaro della tragedia, ha continuato a ballare e a festeggiare fino a tarda sera: gli agenti, per evitare ulteriori scene di panico, hanno infatti preferito evitare un'evacuazione totale e immediata. Un'agenzia di stampa tedesca ha riferito che l'incidente sarebbe avvenuto a seguito di una carica degli stessi agenti che avrebbero cercato di fermare un gruppo di alcune centinaia di persone che cercava di introdursi nell'area del concerto nonostante il divieto dovuto al tentativo delle forze dell'ordine di contingentare gli ingressi per motivi di sicurezza. La tragedia ricorda quella dello stadio Heysel di Bruxelles del 1985, dove prima dell'inizio della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool, morirono 39 persone schiacciate nella calca dopo un tentativo di assalto da parte degli hooligans britannici alla tifoseria italiana. (25.07.10) segue articolo: http://www.pupia.tv/notizie/008108.html ;

0 commenti