Advertising Console

    Aversa - Estorsioni, arresti contro gruppo Setola

    Riposta
    Pupia

    per Pupia

    744
    1 399 visualizzazioni
    http://www.pupia.tv - CASERTA. I carabinieri del reparto territoriale di Aversa, durante la scorsa notte, hanno effettuato una vasta operazione finalizzata alla cattura di 26 persone legate al clan dei Casalesi.
    Tra i destinatari delle ordinanze di custodia cautelare figura l'intero "gruppo di fuoco" capeggiato da Giuseppe Setola, di cui diversi esponenti, compreso lo stesso boss, sono già in carcere, dove hanno ricevuto i provvedimenti firmati dal gip di Napoli su richiesta della Direzione distrettuale antimafia. L'operazione, che rappresenta il colpo finale all'ala stragista dei Casalesi guidata da Setola, è stata eseguita dagli uomini del reparto territoriale, agli ordini del tenente colonnello Francesco Marra, del Norm, diretti dal capitano Domenico Forte, e della stazione di Parete guidata dal maresciallo Antonio Guadagnuolo.

    GLI ARRESTATI. Degli arrestati, 17 erano già in carcere: Setola, Alessandro Cirillo (detto 'O Sergente), Giovanni Letizia, Davide Granato, Antonio Alluce, Gianluca Bidognetti (figlio del boss Francesco Bidognetti detto "Cicciotto 'e mezzanotte"), Luigi Nigro, Giuseppe Barbato, Paolo Gargiulo, Angelo Rucco, Raffaele Granata, Luciano Morrone, Carmine Natale, Domenico Vargas, Massimiliano Napolano, Ferdinando Russo e Salvatore Santoro. Mentre erano a piede libero: Bartolomeo Vitiello, 28 anni, Mario Gagliardini, 27, Nicola Gagliardini, 30, Giorgio Improta, 53, Gennaro Cardillo, 43, Fabio Storto, 22, Enrico Ursini, 23, Raffaele Fabozzi, 40, Massimo Emiliano Mazzitelli, 35, Emanuele Russo, 23, Antonio Di Caterino, 32.

    LE ACCUSE. Le indagini, condotte dai carabinieri della stazione di Parete e coordinate dalla Dda partenopea, hanno consentito di disarticolare l'intero gruppo criminale dedito alle estorsioni a numerosi imprenditori e liberi professionisti delle province di Napoli e Caserta. Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione continuata ed aggravata dal metodo mafioso,