Napoli, il museo Madre ancora nella bufera: orari ridotti

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

907
139 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
L'odissea del museo di arte contemporanea Madre di Napoli non sembra destinata ad avere fine: dopo le denunce di sprechi da parte della Regione e le repliche del direttore Edoardo Cicelyn, ora è arrivato il momento delle riduzioni degli orari di apertura al pubblico. Dal primo febbraio il museo potrà accogliere i visitatori solo per quattro ore al giorno, dalle 10.30 alle 14.30. La Fondazione Donna Regina contesta la gestione dei fondi europei da parte della Regione, che per bocca dell'assessore alla Cultura Caterina Miraglia, però, subito replica: nel luglio del 2010 sono stati erogati regolarmente 700mila euro. E mentre la polemica prosegue, la cultura e i cittadini ne fanno le spese.

0 commenti