Advertising Console

    Napoli, dolore ai funerali del papà della cronista del Mattino

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    267 visualizzazioni
    C'era anche il prete antimafia Don Luigi Ciotti, fondatore dell'associazione "Libera", ai funerali di Vincenzo Liguori, il meccanico napoletano, papà di una cronista del quotidiano "Il Mattino", ucciso la sera del 13 gennaio mentre lavorava nella sua officina di San Giorgio a Cremano. Le esequie si sono svolte nella chiesa di San Giacomo Apostolo a Pollena Trocchia, davanti a centinaia di amici, parenti e cittadini comuni giunti nella cittadina del Napoletano per rendere omaggio a Liguori. All'uscita del feretro dalla chiesa c'è stato un lungo e commosso applauso.L'uomo, 57 anni, è stato trucidato, mentre lavorava nella sua officina, da un commando di sicari che, poco prima, aveva assassinato il pregiudicato Luigi Formicola, vero obiettivo dei killer. La figlia di Liguori, Mary, collaboratrice del Mattino, era stata incaricata di fare un servizio sul duplice omicidio ma giunta sul posto scoprì che una delle vittime era proprio suo padre.Sul movente dell'assassinio è ancora giallo. Esclusa l'ipotesi secondo la quale Liguori sarebbe stato ucciso perché considerato un testimone scomodo dell'omicidio Formicola, gli inquirenti ritengono più probabile l'ipotesi che il meccanico sia stato colpito da una pallottola vagante.