Alta tensione in Egitto, scontri tra copti e polizia al Cairo. Cristiani accusano il governo di non proteggere la loro comunità

askanews

per askanews

901
238 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Alta tensione in Egitto dopo l'attentato della notte di Capodanno alla chiesa copta ortodossa di Alessandria. Centinaia di cristiani sono scesi in piazza per protesta nella capitale Il Cairo e si sono scontrati con le forze dell'ordine: nelle immagini il momento del passaggio di un blindato, bersagliato dal lancio di pietre. L'accusa al governo è di non fare abbastanza per proteggere la comunità cristiana in un Paese a forte maggioranza musulmana. In vista del Natale copto ortodosso, il 6 gennaio, le misure di sicurezza attorno alle chiese sono state rafforzate, con agenti di polizia davanti ai luoghi di culto. Più controlli anche nei porti e negli aeroporti. Le autorità del Cairo sospettano che dietro l'attentato di Alessandria ci sia la mano di Al Qaida.

0 commenti