Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

L'agosto di Lolita, nel 1958 il romanzo di Nabokov uscì negli Usa. Tre anni di censura, poi il libro divenne un mito

7 anni fa1.1K views

Milano (TMNews) - La parola Lolita oggi è diventato un termine di uso comune per descrivere ragazze molto giovani e affascinanti. A metà degli anni Cinquanta però, quando Vladimir Nabokov scrisse il romanzo che porta questo titolo, negli Stati Uniti le reazioni furono molto dure e portarono alla censura, durata tre anni, del libro che ha come protagonista l'inquieto Humbert Humbert e la 12enne Lolita. Uscito nel 1955 a Parigi, il romanzo dello scrittore di origine russa, dovette attendere fino alla metà di agosto del 1958 per arrivare nelle librerie americane, patria d'adozione e seconda patria letteraria di Nabokov. Da quel momento, o meglio dall'anno dopo, quando uscì anche a Londra, per il romanzo fu un crescendo di successo, che ha portato a edizioni in tutto il mondo, a rivisitazioni cinematografiche e alla creazione di un vero e proprio mito pop. Controverso, ovviamente, nelle tematiche - oggi definiremmo Nabokov un pedofilo - ma di una purezza letteraria e linguistica su cui nessuno può avanzare dubbi.