Intervista a Mathis Wakernagel, "Global Footprint Network"

Claudio Messora

per Claudio Messora

232
1 245 visualizzazioni

1 commento

Molto interessante, Claudio. Ovviamente l'Italia è anni luce lontana dall'acquisire consapevolezza sul fronte sostenibilità e riduzione dei consumi. Anche se in questo non siamo soli e gli esempi si sprecano.
Tanto per farne uno, hanno appena assegnato i mondiali 2022 al Qatar che dovrà costruire stadi climatizzati (!!!!), con consumi pazzeschi. Qual è la logica?
Altro esempio. Io lavoro molto con l'Agenzia Spaziale Europea che fonda parte del suo operato su un bellissimo documento, scaricabile da internet, che si chiama Living Planet - Changing Earth (http://esamultimedia.esa.int/docs/SP-1304.pdf). Si parla di sostenibilità e biovediversità, quando poi l'Agenzia pretende che tutte le gare, proposte, offerte le siano inviate in decine di copie cartacee. Dalla mia azienda partono a volte TIR pieni di carta, per una singola proposta. Potrebbe partire una singola scatola con 10 CD. Se non cominciano loro a dare il buon esempio....
Ciao e grazie.
Di giggi1974 5 anni fa