Advertising Console

    Mogherini al vertice della politica estera Ue: sfida immane

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    58 visualizzazioni
    Bruxelles (askanews) - Federica Mogherini ce l'ha fatta: il capo della Farnesina è stata nominata Alto rappresentante dell'Unione europea per gli Affari esteri. Un successo per l'Italia e per il premier Renzi, che aveva fortemente difeso la candidatura del 41enne ministro, che ora succede a Lady Ashton al vertice della diplomazia comunitaria. Soddisfazione è stata espressa anche dal Presidente Napolitano.
    "La mia ferma intenzione - ha detto Mogherini da Bruxelles - è quella di dedicare tutte le mie energie, tutta la mia dedizione e il mio lavoro per sostenere gli interessi degli Stati membri, tutti e ciascuno, e di tutti i cittadini europei".
    Accanto alla nomina del ministro italiano anche quella del premier polacco Donald Tusk, che guiderà il Consiglio europeo e succederà a Herman Van Rompuy. Una scelta, quella di un polacco, che appare anche una risposta dell'Unione alle esibizioni muscolari della Russia di Putin. Ma a colpire è anche il cambio generazionale in corso nell'Unione: Tusk ha dieci anni meno del proprio predecessore e Federica Mogherini arriva alla prestigiosa poltrona a 41 anni. Un tentativo, anche questo, di riavvicinare le istituzioni europee ai cittadini.