Google sfida Amazon con il suo drone per le consegne a domicilio

10 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
La “guerra dei droni” è cominciata. Da Google X, laboratorio del motore di ricerca che lavora sulle tecnologie più segrete e rivoluzionarie, ecco arrivare il Pony Express del futuro.

Largo un metro e mezzo e dotato di quattro turbine per manovrare in ogni direzione, il dispositivo volante è frutto di uno sforzo lanciato dalla compagnia nel 2011.

Il prototipo sfornato dal “Project Wing” (letteralmente “progetto ala”) è in grado di decollare verticalmente e di consegnare pacchetti rilasciati attraverso un cavo.

Mountain View, insomma, sembra voler entrare a gamba tesa (meglio, ad ala tesa) su Amazon. Il gigante del e-commerce era stato il primo a svelare il suo progetto per le consegne tramite droni denominato “Prime Air”.

Le due iniziative, ad ogni modo, sono ancora allo stadio di sviluppo. Senza contare che i due giganti del Web si ritroveranno presto sulla stessa barca nel cercare di convincere le autorità americane a dare l’ok ai test dei droni.

0 commenti