Turchia: neosecutivo all'insegna della continuità. L'ingresso in Europa uno degli obiettivi

3 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Si conoscono i nomi del neoesecutivo conservatore turco voluto dal presidente Recep Tayip Erdogan. Si sapeva il successore di Erdogan, era Ahmet Davutoglu, finora ministro degli Esteri. Davutoglu è un fedelissimo ed era già successo a Erdogan alla guida del partito islamico-conservatore Akp.

L’ex ministro degli Affari europei Mevlut Cavusoglu è stato nominato ministro degli Esteri, prendendo il posto che era dello stesso Davutoglu. Una mossa che sembra significare l’importanza per la Turchia di aderire alla Ue, nonostante le trattative siano in stallo da anni. Dal punto di vista politico l’unico vero fallimento del periodo Erdogan.

Quello che è certo è che il neoesecutivo va nel solco della continuità seondo il nostro corrispondente: “Il neopremier vuole rilanciare la crescita turca e rinforzare le istituzioni riportando il Paese al centro della politica e dell’economia della regione”.

0 commenti