Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

Il nostro "debito ecologico" nei confronti della Terra

3 anni fa31 views

Da questo lunedì siamo ufficialmente “in rosso” con il nostro pianeta. Parola del Global Footprint Network, Ong che ogni anno si preoccupa di calcolare il cosiddetto ‘giorno del superamento’.

Quella data, cioè, in cui ‘l’impronta ecologica’ della razza umana – in pratica tutto ciò che consumiamo – supera la capacità della Natura di ricostituire le risorse e di assorbire i nostri rifiuti nell’arco di un anno.

Christophe Roturier, direttore scientifico del WWF: “A partire da oggi, spendiamo più di quello che è il nostro reddito. Concretamente, il reddito sono le risorse naturali prodotte dalla terra, cioè l’acqua, i terreni coltivabili, le foreste, i pesci, tutto ciò che è necessario alla nostra vita sulla terra”.

“Ma allo stesso tempo – prosegue Roturier – tutto ciò che la terra riesce a digerire in termini di rifiuti prodotti dall’uomo. Penso, tra gli altri, all’anidride carbonica, che può essere digerita fino ad un certo limite dalle foreste e gli oceani. Perciò, da oggi creiamo un debito ecologico cominciando ad accumulare i rifiuti che non verranno assorbiti dal pianeta”.

Secondo i calcoli dell’organizzazione, per far fronte ai nostri bisogni avremmo bisogno di un pianeta e mezzo. Non solo: l’86% della popolazione mondiale si situa in Paesi che, in termini ecologici, vivono al di sopra delle loro possibilità.

Prendiamo l’Italia, per esempio. Servirebbero quasi quattro volte e mezzo le risorse prodotte dal Belpaese per venire incontro ai bisogni dei suoi abitanti. Molto più bassa la proporzione per quanto riguarda la Francia, considerata l’estensione del suo territorio e la popolazione.

E se al deficit di biocapacità si aggiunge un basso reddito pro-capite (il 72% della popolazione mondiale vive in Paesi con tali caratteristiche) si capisce quanto il problema potrebbe esacerbare le già crescenti disuguaglianze e pesare sull’economia.

Senza contare che il nostro debito con Madre Natura ha già cominciato a manifestarsi sotto forma di deforestazione, scarsità d’acqua potabile, erosione del suolo e riscaldamento globale.

http://www.footprintnetwork.org/en/index.php/GFN/page/earth_overshoot_day/

http://www.wwf.fr/?3140/EARTH-OVERSHOOT-DAY-A-partir-d-aujourdhui-l-humanite-vit—credit