Advertising Console

    Ucraina, Kiev denuncia una strage ma i filorussi negano

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    10 visualizzazioni
    Kiev (askanews) - La guerra civile continua a insanguinare l'Ucraina e mentre i cittadini di Donetsk vivono sotto assedio, le autorità di Kiev accusano i separatisti di avere colpito con un missile un convoglio di profughi.
    "I miliziani - ha dichiarato un portavoce delle forze militari ucraine - hanno colpito un convoglio di civili che tentavano di lasciare l'area del conflitto, non lontano da Lugansk, usando lanciarazzi e mortai di provenienza russa. Molte persone sono morte, comprese donne e bambini".
    Secondo gli ucraini questa sarebbe l'ennesima prova del flusso di armi da Mosca ai separatisti, ma dalle regioni orientali arriva una smentita. La guerra, oltre che sul campo, prosegue anche a livello di propaganda, mentre a Berlino proseguono i colloqui diplomatici. Le parti sono ancora distanti sul tema del cessate il fuoco, ma per quanto riguarda gli aiuti umanitari si registrano risultati più incoraggianti. Uno spiraglio di ottimismo in un quadro complessivo che resta in larga parte fosco e complesso.