Hong Kong, migliaia in piazza contro attivisti pro-democrazia. Manifestanti criticano Occupy Central: paralizza la città

askanews

per askanews

884
21 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Hong Kong, (TMNews) - Le bandiere rosse della Cina sventolano in mezzo alla massa variopinta che sfila per le strade di Hong Kong: sono in piazza per dire no alla paralisi del distretto finanziario nel cuore della metropoli, bloccato dalla protesta degli attivisti di Occupy Central, che chiedono più democrazia e il diritto di nominare i candidati per il governo della città."Occupy central avrà un forte impatto sull'economia di Hong Kong, che è cruciale: se l'attività dei ministeri dell'economia e del commercio viene ostacolata si condiziona la vita dei cittadini" dice un pensionato che indossa la divisa dell'esercito cinese."Non penso che l'occupazione sia giusta. La cosa più importante è che la società sia stabile. Occupy Wall Street, Occupy London, queste iniziative non sono una buona idea per l'economia quindi sono contrario" aggiunge un bancario."E' giusto tutelare le opinioni di ciascuno, ma non si dovrebbe occupare con il rischio di condizionare gli affari di altri o l'economia di Hong Kong".I leader di Hong Kong vengono scelti da un comitato schierato a favore di Pechino: la Cina ha promesso che i residenti potranno votare gli amministratori locali nel 2017 ma la scelta dei candidati è affidata al comitato stesso. I manifestanti pro-democrazia denunciano che in questo modo Pechino si assicura candidati simpatizzanti. Gli attivisti di Occupy hanno fatto un sondaggio: la maggioranza degli 800mila votanti appoggia un pacchetto di riforme, candidature pubbliche incluse.(immagini Afp)

0 commenti