Advertising Console

    Iraq, i combattenti curdi avanzano verso la diga di Mosul. Nuovi raid Usa

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    795
    16 visualizzazioni
    Continua l’avanzata dei peshmerga curdi nel nord dell’Iraq. Obiettivo: la riconquista della diga di Mosul, finita sotto il controllo dello Stato islamico il 7 agosto scorso. Gli Stati Uniti hanno avviato sette nuovi raid aerei, ma i combattenti curdi chiedono a Europa e Stati Uniti di far presto con le con le forniture di armi.

    “La differenza con gli altri conflitti è che questi terroristi sono riusciti a impossessarsi di armi molto sofisticate rubate all’esercito iracheno” spiega un ufficiale dei peshmerga “Sono armi americane, mentre noi usiamo armi vecchie”

    Una distesa di case abbandonate e tracce evidenti dei combattimenti. Così è apparso alle forze curde Makhmour, uno dei villaggi riconquistati agli islamisti. Che respinti a nord ora puntano a Baghdad.

    Il ministro degli esteri tedesco Walter Steinmeier giunto a Erbil ha reso visita ai profughi cristiani. Giunti nella città i primi aiuti umanitari italiani, tedeschi e francesi. Dopo il nuovo massacro di yazidi nel nord iracheno, dall’est della Siria arriva la notizia dell’uccisione da parte dello Stato islamico di 700 persone della tribù sunnita degli chaitat.