Ucraina, in crisi il vertice dei ribelli filo-russi

40 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
L’esercito ucraino si sta riprendendo Donetsk. Dopo aver riconquistato quartieri periferici, le forze ufficiali hanno sferrato attacchi, per la prima volta, nel centro della città finora roccaforte dei ribelli. Il prezzo che i residenti continuano a pagare in termini di sofferenza è ancora molto alto.
“Mio figlio se ne è andato, sono rimasta con mia figlia – dice Valentina Smirnova -. Non so cosa fare ora, non so dove dovrei andare, ditemelo voi”.
L’organizzazione dei ribelli filo-russi sembra in piena crisi. Si è dimesso Valery Bolotov, capo dell’autoproclamata repubblica indipendente di Luhansk, una settimana dopo le dimissioni dell’altro leader ribelle, Aleksander Borodai, a Donetsk.
Almeno 5 persone sono morte nell’offensiva di Donetsk la notte scorsa. Negli ultimi tre giorni di combattimenti, secondo fonti ufficiali almeno 74 civili sono stati uccisi e 116 sono
rimasti feriti.

0 commenti